Una donna è accusata di "Furto di tempo" al lavoro: che cos’è?

Eine Frau wird beschuldigt "Zeitdiebstahl" am Arbeitsplatz – Was ist das?

Una donna che crea contenuti su TikTok utilizzando l’handle @gabrielle_judge sta condividendo la sua storia di come è stata accusata di “furto di tempo” durante il suo primo lavoro al college.

Si scopre che il “furto di tempo” è un problema crescente nell’America aziendale.

Ma questa donna dice che non meritava di essere rimproverata e sostiene addirittura che l’esperienza l’ha lasciata traumatizzata e riluttante a perseguire un percorso professionale nella gestione delle persone.

Una scheda attività in una macchinaFonte: Getty Images

La creatrice si è sentita impreparata ad affrontare i manager nel suo primo lavoro aziendale.

Come spiega la creatrice nel suo video, avrebbe dovuto formarsi per il lavoro in questione dopo un’estate trascorsa all’estero in Tailandia prima del suo ultimo anno.

Ma quella formazione professionale non ha mai avuto luogo.

E, essendo una studentessa universitaria di prima generazione con “genitori operai”, non aveva davvero idea di cosa l’America aziendale si sarebbe aspettata da lei.

Poi, dopo alcuni mesi dall’inizio del lavoro, che sentiva di fare bene, la creatrice è stata chiamata a un incontro spaventoso con i capi – e accusata di aver rubato soldi all’azienda.

La confusione derivava dal fatto che la creatrice aveva due diversi codici di lavoro che poteva usare per registrare il suo tempo al lavoro, il che “non aveva alcun senso”, secondo lei.

“Hanno detto che stavo intenzionalmente inserendo un codice di lavoro che pagava di più”, ha detto il creatore.

Prosegue spiegando che la differenza era di 2 dollari l’ora, una cifra trascurabile nella sua mente, soprattutto al netto delle tasse.

@gabrielle_judge

Questa è la storia di come sono stato accusato di aver rubato in un lavoro mentre ero manager. Raramente condivido storie di lavoro folli, quindi ho pensato di raccontarti uno dei miei momenti più imbarazzanti al lavoro. #firedfrommyjob #quittok #tossicicoworker #corporateamerica #careertips

♬ suono originale – Anti Work Girlboss

L’autodefinita “due scarpette” ha ammesso di sentirsi spaventata per la situazione e ha firmato frettolosamente un avvertimento scritto che non ha nemmeno mai letto.

Ma l’aspetto più “frustrante” della situazione era che il suo manager, presente alla riunione, doveva approvare i fogli presenze e fino a quel momento non aveva detto nulla.

Cos’è il “furto del tempo”?

Alla fine, la creatrice spiega che in quel momento non ha provato a farsi valere a causa dell’inesperienza.

Ha persino ripensato a se stessa e si è chiesta: “Ho rubato tempo?”

Con “senso di colpa e vergogna” che la inondavano, la creatrice dice che da quel momento in poi era tristemente spaventata dal gestire le persone.

Nel frattempo, forse ti starai chiedendo cos’è il “furto del tempo”.

Ebbene, a quanto pare si tratta di un problema crescente con sempre più persone che lavorano da casa e accade quando un dipendente viene pagato per un lavoro che in realtà non ha svolto.

Uno studio di Robert Half International ha rilevato che i datori di lavoro perdono 4,5 ore settimanali per dipendente a causa del cosiddetto furto di tempo.

Un uomo addormentato accanto al computer quando dovrebbe lavorareFonte: Getty Images

Circa un dipendente su quattro dichiara di sovrastimare il proprio tempo trascorso al lavoro.

Ma solo perché il “furto di tempo” è un vero problema non significa che questa creatrice lo abbia commesso nel suo lavoro.

Molti commentatori sono venuti in sua difesa, e decine hanno sottolineato che il manager avrebbe dovuto correggere il problema con i codici prima di essere convocata in una riunione e rimproverata.

Qualcun altro ha ringhiato che se la donna fosse stata sottopagata, magicamente, nessuno se ne sarebbe accorto!

Non importa chi fosse la colpa, il creatore ha ammesso che l’esperienza “è stata traumatizzante”.

Nel frattempo, la notizia più importante per TikTok è stata apparentemente che gli occhiali di questo creatore non funzionano. La maggior parte dei commenti riguardava il modo in cui i suoi occhiali davano le vertigini agli utenti e come erano “così distraenti” che le persone non riuscivano nemmeno a guardare il suo video.